Perché i colori sono importanti.

di Studio legale Porci & Cane

Oggi sono andato a ritirare nuovamente gli occhiali da sole che avevo ordinato da un Ottico di cui non faccio qui il nome perché sono un signore.

– Allora, vanno bene? – sorride la commessa anziana.
Li ho rigirati un po’ tra le mani, li ho inforcati e a stento sono riuscito a trattenere un’imprecazione. Solo con molto disappunto ho detto:
– No, signora mia, non vanno bene. Questi occhiali non vanno affatto bene!
– Oh…Perché, mi scusi? Non sono come li desiderava?
– No che non sono come li desideravo! Le risulta che ho mai desiderato un paio di occhiali con le lenti blu specchiate?
– Ma guardi…non capisco, abbiamo fatto tutto quello che ci aveva chiesto lei.. Ecco vede, qui dal laboratorio hanno lasciato un appunto…leggo… “decolorate e poi riaggiunto colore”.
– Come decolorate scusi?
– Eh sì, proprio così…le hanno dovute decolorare prima.
– Ma allora non capite niente! Io non avevo chiesto che venissero decolorate! Eravamo d’accordo che avrebbero aggiunto il colore su quello esistente, non che lo avrebbero tolto!
– Ma… veramente, non capisco…non li voleva così lei?
– Senta, una settimana fa sono tornato qui da voi e vi ho detto che quelle lenti che mi avevate montato di quel celestino color cielo di Pyongyang non andavano bene, se lo ricorda questo?!
– Ma non so, ha parlato con mio marito forse…
– Aaah andiamo bene! Sì ho parlato con suo marito, infatti. Ma è come se avessi parlato al vento a quanto pare!
Interviene il marito, finora in disparte a fingere di pulire con la pezzetta un paio di occhiali: – Sì ha parlato con me il signore Marina. Che cosa c’è?
– Oh bene. Se lo ricorda lei allora? Che le lenti celestine le avevo prese proprio perché non volevo queste cose blu fosforescenti?! Queste me le avevate già proposte…Sembrano le lenti degli occhiali che si trovano nelle uova di Pasqua!
– Ma sì, ma infatti gli abbiamo fatto aggiungere il colore in laboratorio…
– Eh no! La signora mi dice che qui le lenti sono state de-co-lo-ra-te! E poi, non contenti, ci avete rimesso su queste lenti blu del cazzo, che erano proprio quelle sulle quali avevo messo una croce dall’inizio!
– Guardi io non so…
– Ma dico, mi state facendo perdere tempo?! È uno scherzo? Se lo avessi saputo subito che andava a finire così, avrei preso direttamente quelle no?! Senza passare per le celestine porca puttana!
– Ma non si poteva fare…
– Che cosa scusi non si poteva fare?
– Quello che chiedeva lei, non si poteva fare.
– Ma è stato lei a propormelo, di aggiungere il colore! Non di toglierlo e sostituirlo con un altro colore di merda!
– Senta si calmi…
– Io sono calmo!
– È solo un paio di occhiali in fondo…
– È solo un paio di occhiali?! Ma voi qui vendete solo occhiali! Io di lavatrici non ne vedo! Avete anche lavatrici dillà?!
– Su, la prego, non faccia così! A noi dispiace se…
– Se cosa?! Se viene da me perché la difenda in giudizio, non le vengo a dire “senta, mi dispiace, è venuta male..ma è soltanto una comparsa di risposta”!
– Scusi che c’entrano le risposte delle comparse? Io poi un avvocato ce l’ho già…
– Eccerto, ci credo bene… se lo portate avanti così il vostro lavoro!
– Lo portiamo avanti! E lo facciamo con passione da trent’anni anche! Da che mio-
– Guardi qui! Le stanno anche bene! –  l’interrompe ruffiana la vecchia, che nel frattempo si è avvicinata e mi presenta un vetro davanti alla faccia ad una distanza che secondo lei sarebbe quella giusta per specchiarsi.
Faccio due passi indietro. Mi ravvio i capelli.
Effettivamente, non mi stanno male…
– Esca fuori a provarli al sole, così vede se le piacciono – m’invita l’ottico, approfittando di un momento di tregua.
No che non mi piacciono. Sembra di stare in piscina cazzo. Faccio l’occhiolino a due turiste che comprensibilmente non ricambiano e rientro dentro.
– Boh, vabè guardi…non m’importa, li tengo così – concludo sconsolato.
A questo punto voglio solo uscire e allontanarmi da questi vecchi col camice bianco.
– Oh bene! Sono contenta…
– Sì sì, d’accordo, ma mi raccomando, in futuro fate più attenzione con i colori – dico con tono di rimprovero – I colori sono importanti.
– Glieli metto nella custodia?
– No no, già ce l’ho, grazie –  Arrivederci.
– Arrivederci! Ah, guardi avvocato, sarebbero trenta euro, per il colore…

Avv. Raffaele Cane

Annunci